Home Biografia La Nostra Voce Contatti Fans Links & Partners Foto & Video Gallery

Pietro Mario Schillaci

Pietro Mario Schillaci nasce a Palermo il 29 Giugno 1961. Inizialmente disinteressato all'idea di fare musica, trascorre infanzia e adolescenza lontano dal mondo che lo conquistera', diventando un artista solo da giovane adulto. Si avvicina alla chitarra per un istinto di emulazione nato da un affetto personale. Sara' infatti una ragazza, chitarrista a sua volta, ad affascinarlo e a trasmettergli la dedizione per lo strumento. Scoprira' immediatamente il feeling con le sei corde e un'attrattiva personale verso la scena jazz e fusion, senza pero' mai diventare un vero jazz man poiche' animato da una volonta' rock.

Nel 1980, all'eta' di vent'anni, debutta con i Pink Panters, dove compone e arrangia due brani singoli che varranno alla band il secondo posto ad un concorso a Milano. Formatosi sulle tablature, Mario comincia repentinamente la sua carriera, iniziando una serie di collaborazione con vari gruppi musicali presenti nel palermitano e inserendosi nell'ambito partenopeo come chitarrista indipendente. Attraverso un volenteroso lavoro di artigianato, egli sviluppa il suo sound tipico, legato alle forti influenze dei gruppi rock degli anni 80. Sono i Duran Duran, i Police e Vasco Rossi che accrescono la sua cultura musicale, mentre studia i vari stili da perfetto autodidatta. Muovendosi senza difficolta' nell'underground cittadino, lavora e contribuisce, con i suoi interventi, alla produzione discografica della maggior parte dei singoli registrati da gruppi indipendenti durante gli anni 80-90 a livello cittadino.
L'elegante espressivita' musicale e la raffinata ricercatezza lo rendono un artista completo, in grado di coinvolgere il pubblico con una vasta gamma di generi musicali.

Nel 1998 entra nella formazione della Pooh cover band Mediterraneo dove arriva ad esibirsi in spettacoli lungo tutta la penisola, confermando la sua maturita' artistica. Sara' proprio in quell'anno che il gruppo ricevera' un importate riconoscimento dai Pooh in persona e una sponsorizzazione da Radio Italia.

Tra le attitudini di Mario spiccano una grande versatilita' e la capacita' di lavorare produttivamente in ogni situazione. Avendo alle spalle una folta serie di collaborazione, ha vissuto la vita da musicista attraverso una multitudine di prospettiv, comprendendo profondamente le dinamiche sociali all'interno dei gruppi musicali e sviluppando un ammirevole senso di adattamento.

Ama moltissimo le raffinate sonorita' jazz di Jeorge Benson, ma trova altrettanto stimolanti le melodie blus armoniche di Richard Blackmore. Nei due generi, piuttosto che un contrasto, egli vede alcuni punti di contatto, riuscendo ad apprezzare l'estetica di entrambe le realta' in egual misura. Nutre particolare ammirazione per il chitarrista Eddie Van Hallen e , sebbene Mario non si sia mai considerato un appassionato del genere metal, la figura dell'olandese naturalizzato ha molto influenzato la sua visione artistica. E' un fan sfegatato dei Pooh, che occupano un posto speciale nel suo cuore fin dall'ascolto del 33 giri dell'album Boomerang nel 1971. Questa esperienza, ricordata dal musicista con grande affetto, rappresenta il momento nel quale egli sente il primo fremito che lo portera' ad avvicinarsi alle scene musicali.

Nicola Fiorino

 

 

 

 

©Tutti i diritti riservati 2010-Mediterraneo Official Website-Logo Mediterraneo by Giovanni Cacioppo-Web Design by Rosolino Ferrara
Pooh Official Web Site